Gdpr e autorizzazioni generali: Garante privacy trova prescrizioni ancora valide

Home   /   Gdpr e autorizzazioni generali: Garante privacy trova prescrizioni ancora valide

All’interno della newsletter n. 448 del 21 dicembre 2018, il Garante per la protezione dei dati personali ha, tra le altre cose, presentato le prescrizioni reperibili nelle autorizzazioni generali al trattamento dei dati adottate nel 2016 ancora compatibili con il nuovo Regolamento europeo in materia (GDPR) nonché con la recente riforma del Codice della privacy.

Sui tratta di obblighi che ricadranno su un alto numero di soggetti (sia pubblici che privati) in molteplici settori, come quello sanitario, del lavoro, della ricerca scientifica e dell’associazionismo.

L’Autorità ha inoltre svolto una revisione delle nove autorizzazioni generali al trattamento dei dati esistenti in precedenza secondo i criteri fissati dal decreto n. 101/2018.

In definitiva, nel provvedimento adottato dal Garante privacy sono riportate tutte le prescrizioni, aggiornate alla luce delle nuova disposizioni in materia di privacy, ancora valide per ogni soggetto che tratta dati personali per le finalità indicate.
Alla luce degli effetti che tali misure possono determinare su PA e imprese, nel rispetto delle disposizioni previste dal decreto di revisione del Codice privacy, il documento passerà per una consultazione pubblica prima della sua approvazione definitiva.

Archivio News- Circolari

Privacy

Archivio Circolari 2018