Sicurezza Dati Personali: Garante su ISEE precompilato e trattamento di dati particolari

Home   /   Sicurezza Dati Personali: Garante su ISEE precompilato e trattamento di dati particolari

Il Garante per la protezione dei dati personali, con la newsletter del 22 luglio 2019, la n. 456, ha dato la propria approvazione alla prima fase attuativa della Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) precompilata per il calcolo dell’ISEE e ha previsto un provvedimento con le procedure di trattamento di particolari categorie di dati personali.

La Dsu precompilata è generata dall’INPS, congiuntamente all’Agenzia delle Entrate, su richiesta del cittadino, ricorrendo ai dati che si recepiscono dal Catasto, dall’Anagrafe tributaria e dai propri archivi.

Il Garante ha approvato lo schema di decreto del Ministero del Lavoro che regola le procedure di attuazione della Dsu precompilata, riscontrando la presenza delle idonee garanzie per i diritti dei cittadini.

Per arginare l’accesso ai dati non autorizzati o il trattamento non consentito, infatti, sono state approntate misure specifiche, quali:

  • una delega specifica da parte dei contribuenti maggiorenni per l’accesso alla Dsu precompilata;
  • la riduzione al minimo delle informazioni da inserire nell’attestazione ISEE;
  • le garanzie sui dati di riscontro da fornire all’INPS per accedere alla precompilazione dei dati sui rapporti finanziari;
  • strumenti di controllo diretto sull’uso dei propri dati ai fini ISEE, con la consultazione dei siti INPS e AE;
  • la possibilità per il contribuente di inibire all’INPS e all’AE l’utilizzo dei propri dati nelle dichiarazioni ISEE.

Si ricorda inoltre che il Garante ha adottato un provvedimento (Provv. Garante Privacy 5 giugno 2019), di prossima pubblicazione in GU, con gli oneri per il trattamento di particolari categorie di dati, inerenti:

  • la salute personale;
  • le opinioni politiche;
  • l’etnia;
  • l’orientamento sessuale.

Il provvedimento, adottato in base al D.Lgs. 101/2018, è indirizzato a diversi soggetti pubblici e privati come i datori di lavoro, gli organismi associativi, le fondazioni, le chiese o comunità religiose e gli investigatori privati.

Archivio News- Circolari

Privacy

Archivio Circolari 2018